In continuità con il percorso cominciato il 4 ottobre 2008 e ulteriormente sviluppato con la manifestazione nazionale del 17 ottobre 2009 è necessario sviluppare ed espandere la costruzione del coordinamento StopRazzismo.

Il valore di questa coalizione si misura con l’esigenza di costruire una prospettiva unitaria per affermare la comune umanità contro ogni tipo di razzismo e discriminazione. Tutto ciò è più che mai una condizione necessaria per reagire agli attacchi del governo Berlusconi ed al diffondersi del razzismo in ampi settori popolari. Perciò la piattaforma del 4 e del 17 ottobre sono un punto di riferimento fondamentale per costruire un’aggregazione positiva utile allo sviluppo di un movimento solidale e antirazzista e alle lotte degli immigrati. che sono in netto contrasto con un elementare logica umana di piena accoglienza e solidarietà.

Parte delle logiche razziste sono i tentativi bipartisan di carattere integrazionista e filo padronali

 

In tal senso StopRazzismo valuta i contenuti espressi dal “comitato 1° marzo” totalmente interni alle logiche padronali e statali perché partono dall’intento di integrare gli immigrati in quanto utili all’economia italiana.

Riteniamo conclusa l’esperienza della “rete di collegamento 17 ottobre”. La maggior parte delle forze che la compongono hanno aderito alla “piattaforma” del 1° marzo, abbandonando così quella del 17 ottobre. I fatti evidenziano che non esiste una reale rete di collegamento basata sulla piattaforma del 17 ottobre.

Le lotte dei fratelli e delle sorelle immigrate che reagiscono al razzismo sono di grande importanza. StopRazzismo esprime la propria solidarietà e sostegno in special modo alla lotta degli immigrati di Sant’Antimo (Na) e dei rifugiati di Piazza Oberdan a Milano. E’ particolarmente importante promuovere riunioni locali per costruire la più ampia aggregazione verso le iniziative che prenderemo il 1° maggio nelle diverse città. Rivolgiamo un appello ai Comitati Solidali Antirazzisti, alle associazioni antirazziste e del volontariato per costruire insieme questo primo maggio.

Per sviluppare ulteriormente l’iniziativa il coordinamento StopRazzismo promuove un primo maggio solidale e antirazzista ( vedi appello e piattaforma approvata alla scorsa riunione).

 

Nella prossima fase ed in preparazione del secondo convegno nazionale di StopRazzismo che si svolgerà a Roma il 19 e 20 giugno ’10 ci impegniamo a dialogare con realtà, associazioni, forze del volontariato e di ispirazione religiosa che già avevano aderito al 4 e al 17 ottobre per allargare il coordinamento StopRazzismo.

Si decide inoltre di continuare a sviluppare la collaborazione con gli artisti solidali e con l’iniziativa “Estate a cappello”.

Roma, 21 marzo ’10