Archive for December, 2011

Invito di Stoprazzismo per un incontro nazionale

DOPO LA MANIFESTAZIONE DEL 17 DICEMBRE A FIRENZE
UNIAMO LA SOLIDARIETÀ CON I PROFUGHI DEL MONDO

L’importante risultato della manifestazione nazionale del 17 dicembre a Firenze contro il razzismo criminale e assassino che ha visto il protagonismo di tanti fratelli e sorelle immigrati e di tante persone solidali e antirazziste ci dice della possibilità di unire il mondo della solidarietà a partire dalla difesa della vita degli immigrati e dal valore della dignità umana.
In questo senso riteniamo importante assumere l’appello dei rifugiati, approvato nelle assemblee nazionali di Milano e Napoli del 4 dicembre, in cui spiegano i motivi della coraggiosa lotta che stanno conducendo da diversi mesi in molte città e con il quale hanno convocato una manifestazione nazionale il 14 gennaio a Roma.
Stoprazzismo propone sulla base di questo appello un incontro nazionale a Roma a tutte le persone, le realtà e le forze della solidarietà e dell’antirazzismo per costruire unitariamente la manifestazione nazionale del 14 gennaio al fianco dei rifugiati.

INCONTRO A ROMA
GIOVEDI 29 DICEMBRE ORE 17
c/o Casa della Comune
via di porta Labicana 56/A

COORDINAMENTO NAZIONALE STOPRAZZISMO

Info e adesioni:
340.7903971 (Michele Santamaria)
stoprazzismo@libero.it
www.stoprazzismo.org

…………….di seguito:

APPELLO PER LA SOLIDARIETÀ E L’ACCOGLIENZA (dell’Assemblea permanente della solidarietà e dell’accoglienza – Consuma-Pontassieve)

Migliaia di persone sono giunte, solo negli ultimi mesi, sulle coste di questo Paese, sospinte da un’esigenza umanamente insopprimibile di salvare e migliorare la propria vita.

L’accelerazione di queste emigrazioni viene dal vento di libertà e dignità di cui sono protagoniste le genti di tanti Paesi arabi e non solo, ma viene anche dall’urgenza di sottrarsi ad una stretta mortale di guerra e invasione militare -come è il caso della Libia- o a conflitti annosi e a carestie devastanti.

Le persone pur rischiando la vita- come sappiamo sono numerosissime le tragedie nei mari e le morti nei deserti- con speranza si mettono in viaggio e si imbarcano.

In migliaia, una volta approdate, vengono ‘smistate’ in centri, vere e proprie prigioni, o sparpagliate sul territorio, in piccole località da cui è loro vietato spostarsi, pena l’espulsione. Non sanno nulla di ciò che le attende e in molti casi vivono in condizioni d’emergenza. In centinaia sono stati addirittura deportati da Lampedusa su navi in attesa di espulsione.

Da una di queste realtà, di persone sbarcate di fortuna e deportate in una piccola località della Toscana, e che insieme ad altre persone solidali e di buona volontà stanno costruendo accoglienza,
viene un appello forte ad unirsi

PER ACCOGLIERE TUTTI E SVILUPPARE LA SOLIDARIETA’

PER OTTENERE L’IMMEDIATO RILASCIO DI UN PERMESSO DI SOGGIORNO UMANITARIO PER TUTTI SENZA NESSUNA CONDIZIONE

lì, 26 settembre 2011

Assemblea permanente della solidarietà e dell’accoglienza (Consuma-Pontassieve)

Ci rivolgiamo a tutte le associazioni, organizzazioni, gruppi solidali, antirazzisti, pacifisti, a personalità e gruppi del mondo della cultura e dell’arte, ai numerosi volontari e alle persone di diverse fedi religiose, ai sindacati e alle organizzazioni del mondo del lavoro e a tutti coloro che lo vorranno perché aderiscano e facciano proprio questo appello sviluppando ovunque iniziativa di sensibilizzazione e unione.

PRIME ADESIONI
ASSEMBLEA PERMANENTE PER LA SOLIDARIETA’ E L’ACCOGLIENZA DI CONSUMA – FIRENZE
COMITATO SOLIDALDE ANTIRAZZISTA – PONTASSIEVE
Manuele PIERACCIONI VICE SINDACO COMUNE DI PELAGO – FIRENZE
SOCIALISMO RIVOLUZIONARIO DI PONTASSIEVE – FIRENZE
ANDREA ARTENZIOLI COORDINATORE GRUPPO SARAWI DI PELAGO – FIRENZE
ROBERTO FOCARDI COORDINATORE CARITAS PELAGO – FIRENZE
DON PAOLO DEI, PARROCO DIOCESI FIESOLE – FIRENZE
DOMENICO GUARINO E CHIARA BRILLI GIORNALISTI DI CONTRORADIO – FIRENZE
SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’- PRATO
COMITATO STOP RAZZISMO – PRATO
SANDRO MALUCCHI SEGRETERIA FUNZIONE PUBBLICA CGIL – PRATO
CIRCOLO LA COMUNE – PRATO
LUCA BRAVI, RICERCATORE UNIVERSITA’ TELEMATICA DI CHIETI
FEDERAZIONE DELLA SINISTRA PROVINCIALE – PRATO
MARCO ARMELLINI, COORDINATORE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE AZIENDA ASL 4 – PRATO
EQUILIBRI LIBRERIA FIASCHI E CANTINI – PRATO
LEGAMBIENTE CIRCOLO DI PRATO
ASSOCIAZIONE LE MAFALDE – PRATO
ASSEMBLEA LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE – PRATO
PARTITO UMANISTA
Per adesioni e informazioni: tel. 338 2189733, csapelago@gmail.com

…………e:

L’APPELLO VOTATO NELLE ASSEMBLEE NAZIONALI DEI RIFUGIATI DEL 4 DICEMBRE

SOLIDARIETÀ E ACCOGLIENZA PER TUTTI GLI IMMIGRATI
Milioni di persone emigrano per affermare una vita migliore. Si fugge da fame e guerre o per costruire un futuro più sicuro per sé e per i propri cari. In ogni caso tutti hanno il diritto di vivere dove meglio credono e di essere accolti nel luogo in cui arrivano. Così purtroppo non è, a causa delle leggi razziste e del razzismo che anche la gente comune esprime.
In questi mesi le lotte dei rifugiati di Reggio Calabria, Bari fino a Lampedusa, Napoli, Milano, Torino, Consuma (FI) ci dicono che la dignità e l’affermazione dei diritti sono forti e urgenti. Ancora di più oggi, in Italia, dove il nuovo governo in carica non lascia prevedere nulla di buono per gli immigrati. Non una parola infatti è stata spesa per loro. Eppure sono tantissimi quelli che hanno diritto ad una nuova sanatoria, al soggiorno per motivi umanitari e al lavoro.
Dalle lotte degli ambulanti immigrati e italiani di Napoli fino a quelle dei rifugiati, è il momento di prendere l’iniziativa e di promuovere con gli immigrati un impegno di solidarietà e di accoglienza per il bene di tutti. Uniti possiamo farcela, solidali contro il razzismo, fratelli e sorelle per una vita migliore.
Facciamo appello a tutta la gente solidale, alle persone di buona volontà, alle organizzazioni solidali e antirazziste, a chi crede nella fratellanza e nell’accoglienza ad unirsi con noi.

• Permesso di soggiorno umanitario per tutti i rifugiati
• Una nuova sanatoria e recupero delle pratiche dell’ultima “sanatoria truffa” Maroni
• Diritto al lavoro per tutti
• Basta stragi in mare, basta razzismo

Su questi contenuti si decide una mobilitazione nazionale a Roma per il 14
gennaio.

Per adesioni: Associazione antirazzista interetnica 3 Febbraio
Sede nazionale: Piazza Garibaldi 80 Napoli
a3fnapoli@gmail.com – www.a3f.org – tel. 346.5708065

17 dicembre a Firenze, una straordinaria risposta solidale e popolare al razzismo assassino

…alcuni video di una straordinaria risposta solidale e popolare al razzismo assassino
Rai News 24
you tube 1
you tube 2

A tutte le realtà di Stoprazzismo e a tutte le persone solidali

La manifestazione nazionale del 17 dicembre ha avuto un risultato decisamente straordinario. Più di ventimila persone hanno detto no al razzismo fascista e criminale che ha tolto la vita ai nostri fratelli senegalesi Mor e Modou. Straordinaria è stata la presenza numerosa e combattiva di tanti fratelli e sorelle immigrati senegalesi, ma anche di tanti altri provenienti da altri paesi di cui una gran parte organizzati con l’Associazione antirazzista 3 febbraio.
Una manifestazione popolare solidale e interetnica che ha dimostrato la forza e il protagonismo di tante persone per affermare la difesa della vita, di volerla difendere e migliorare assieme conto ogni tipo di razzismo dando voce e sentimento alla solidarietà umana.
Negli striscioni, nei cartelli, negli slogan, nei discorsi di molti protagonisti hanno riecheggiato i contenuti dell’appello assunto e proposto dalle principali forze del Coordinamento nazionale stoprazzismo e sottoscritto da diverse personalità, realtà, associazioni, comitati solidali antirazzisti, forze sindacali e politiche. E’ stato un successo dell’antirazzismo radicale che ha permesso di unire tanta gente comune attorno a questi contenuti:
Unità per fermare il razzismo criminale – No al razzismo in tutte le sue forme – Basta repressione verso i nostri fratelli – Accoglienza, libera circolazione e soggiorno per tutti gli immigrati senza condizioni.
E’ decisivo considerare che proprio in ragione di questo appello promosso dall’Associazione antirazzista 3 febbraio, Socialismo rivoluzionario, CIB- Unicobas, Partito Umanista, dai Comitati solidali e antirazzisti e dalle altre realtà di Stoprazzismo, la manifestazione a Firenze ha potuto avere un importante carattere nazionale unitario con un protagonismo popolare solidale che richiamava la manifestazione del 17 ottobre 2009.
Sono state proprio queste realtà a rappresentare la parte più reattiva, combattiva e numerosa della manifestazione che i media non hanno potuto oscurare e che i tentativi politici e istituzionali non sono riusciti ad impedire.
In tre giorni siamo riusciti a costruire una grande mobilitazione nazionale che dà forza e fiducia a tutti i fratelli e sorelle immigrate e a tutte le persone solidali e antirazziste, e quindi a tutti noi. Un risultato che ci dice anche del riconoscimento e dell’importanza di rilanciare la costruzione del Coordinamento Stoprazzismo.
Dare continuità al 17 dicembre significa unirsi attorno alle esigenze fondamentali e alla dignità umana dei fratelli e sorelle immigrate a partire dalle migliaia di profughi ai quali è negata l’accoglienza. Significa convergere con la mobilitazione nazionale per il prossimo 14 gennaio promossa dai profughi e sostenuta dall’Associazione 3 febbraio per ottenere il permesso di soggiorno umanitario e l’accoglienza per tutti.
Prepariamoci a riprendere e ad espandere l’iniziativa contro ogni forma di razzismo dando continuità al fiume di solidarietà umana del 17 dicembre.

un abbraccio a tutti
Michele Santamaria
del Coordinamento Stoprazzismo

Uniti per Fermare il Razzismo Assassino

Video della manifestazione di Firenze
Rai News 24
you tube 1
you tube 2

Tutti a Firenze il 17 dicembre
manifestazione nazionale
piazza Dalmazia ore 15

Partenze Pullman per Firenze Sabato 17 dicembre:

Milano h. 9 parcheggio Stazione Lambrate (piazza monte Titano) (338-9184499)
Bologna h.12 Autostazione di Bologna (347-9851213)
Napoli h. 7 Stazione Garibaldi C/o Hotel Terminus (346 4965936)
Torino h. 8.30 Stazione porta Susa (346 4965936)
Genova h. 9 Piazza Caricamento (340-9408941)
Prato h.13.30 presso Stazione FS (339-25902319)
Roma h.9.30 Castro Pretorio – Metro B (329-1607779)
……………………………………………………………………………………..
è urgente reagire uniti contro il razzismo assassino. L’omicidio a Firenze di due fratelli senegalesi ad opera di un militante di estrema destra è una grave espressione di una escalation razzista in atto.
Il razzismo fascista e criminale è stato alimentato da quello istituzionale, statale e governativo, che semina odio, violenza e repressione verso gli immigrati. è il momento di unirsi e mobilitarsi per fermare questa barbarie, costruendo solidarietà contro tutte le forme di razzismo. Perciò ci mobiliteremo nazionalmente sabato 17 dicembre al fianco dei nostri fratelli senegalesi che stanno reagendo.
• Unità per fermare il razzismo criminale!
• No al razzismo in tutte le sue forme!
• Basta repressione verso i nostri fratelli!
• Accoglienza, libera circolazione e soggiorno per tutti gli immigrati senza condizioni!

Prime adesioni:

Associazione nazionale antirazzista e interetnica “3 febbraio”, Socialismo rivoluzionario, CIB-Unicobas, Socialismo Libertario, Partito Umanista, Coordinamento nazionale StopRazzismo, Carlo D’Antoni (sacerdote Siracusa), Coordinamento tecnico nazionale Comitati Solidali e Antirazzisti, Coordinamento CSA Napoli, CSA Kestè (NA), Michele Natale (USB Puglia), Associazione illimitarte (Villaricca-NA), Ciro Pesacane (Forum Ambientalista), Comitato internazionale di educazione per la pace, Movimento popolare di liberazione, Campo Antimperialista, Partito dei comunisti italiani, Associazione culturale Artiglio San Giuliano Terme (PI), Lorenzo Carletti (PI), Circolo del manifesto (Versilia), Legambiente, Don Andrea Gallo e la Comunità San Benedetto (Genova), CSA “Imagine” (Roma), Ass. internazionale Ernesto De Martino, Pietro Angelini docente Univ. (NA), Ian Chambers docente Univ. (NA), Miguel Mellino docente Univ. (NA), Fabio Amato docente Univ. (NA), Giuseppe Moricola docente Univ. (NA), Valeria Caruso docente Univ. (NA), Raffaele Nocera docente Univ. (NA), Gruppo musicale “Malaika”, CSA Artisti (NA), Associazione Sopra i ponti (BO), Giuseppe Aragno docente (NA), Associazione culturale Africamondo, Alex Zanotelli (missionario comboniano), CSA Pelago (FI), Assemblea permanente della solidarietà e dell’accoglienza (Consuma-FI), Associazione Ingegneria senza frontiere ONLUS (FI), Comitato Madri per Roma Città Aperta, La Comune, Luigia Barone (avvocato, presidente dell’Associazione Attivamente coinvolte), Marco Ralli (RSU-Comune di Roma), Associazione Servas.

Per adesioni e informazioni:
055.2302015 – 340.7903971
socialismorivoluzionario@yahoo.it
stoprazzismo@libero.it