A tutte le persone e realtà solidali

In Siria si sta lottando per la vita. La stanno conducendo eroicamente da circa un anno milioni di persone contro un regime feroce e assassino che mentre riceve il sostegno della comunità degli Stati, compie stragi di bambini, bombarda città, trasforma ospedali in carceri e luoghi di tortura come ha denunciato l’associazione Medici senza Frontiere. Da questa verità bisogna partire per sentirsi vicini alle sorelle e ai fratelli siriani che stanno affermando il diritto alla vita, alla dignità e alla libertà. Da questa verità bisogna partire per rompere il silenzio – oltre alla montagna di disinformazione e di menzogne – che avvolgono il coraggio e la determinazione di un popolo che ha bisogno ora più che mai di sostegno e solidarietà umana.
La solidarietà fino ad ora in Italia è stata flebile, cosa che stride con ciò che sta avvendo in Siria. Può crescere se mettiamo al primo posto i motivi e le esigenze della gente comune che in Siria lotta per affermare un’alternativa di vita all’oppressione e alla barbarie. L’appello che vi proponiamo (vedi appello seguente) è motivato dall’intento di sostenere l’iniziativa solidale con il popolo siriano contro una dittatura sanguinaria che si avvale della complicità della comunità internazionale.
Possiamo mobilitarci assieme il 19 febbraio a Roma dove le comunità siriane hanno indetto una manifestazione nazionale (vedi piattaforma di seguito), la prima che si tiene in Italia.
Il corteo del 19 febbraio parte alle ore 13.00 da Piazzale dei Partigiani (Metro B – Piramide).
Stoprazzismo partecipa e aderisce alla manifestazione nazionale indetta dalle comunità siriane e si rivolge a tutte le persone e alle realtà solidali che hanno partecipato alla manifestazione antirazzista del 17 dicembre a Firenze e a quella dei rifugiati del 14 gennaio a Roma per la dignità e la libertà, per costruire assieme questo importanete appuntamento di solidarietà con il popolo siriano.
michele santamaria
di stoprazzismo
(tel. 340.7903971)

Per adesioni all’appello e alla manifestazione:
stoprazzismo@libero.it
lacomune@socialismorivoluzionario.it